Facci caso: quando inizi a concretizzare l’idea di una nuova casa oppure di ristrutturare l’abitazione, la prima cosa che geometri e architetti chiedono è: “Come lo vuoi il bagno?”.

E lì cominciamo le grandi domande (esistenziali):

Quali sono le ultime tendenze?

“Ritorno al green: le tecniche di produzione altamente tecnologiche, tendono a reinterpretare nelle piastrelle di ceramica le texture e la consistenza di materiali come sabbia, pietra e legno, offrendo la stessa esperienza sensoriale del materiale naturale: il gres porcellanato è la scelta più frequente.”

Vasca o doccia?

“Diciamo che, in linea di massima, una doccia rigenera, dà vigore e nuova linfa; magari se dopo cena è prevista un’uscita, meglio optare per questa soluzione. Al contrario un bagno evoca relax, calore, calma; insomma usciti dalla vasca pigiama, patatine e tv.”

La doccia emozionale è utile?

“Le docce emozionali sono speciali sistemi idroterapici che uniscono all’interno dell’ambiente di una doccia trattamenti multisensoriali tonificanti e stimolanti utilizzando getti d’acqua e combinazioni di colori diversi. La cromoterapia è considerata parte delle cosiddette “medicine alternative.”

E le piastrelle, che faccio?

“Diciamo che il 2018, a proposito di piastrelle per la stanza da bagno, detta delle tendenze ben precise che confermano il loro prepotente ritorno a dispetto delle tinture a smalto.”

La carta da parati…in bagno?!?

“Oggi, 2018, la risposta è: assolutamente sì! Le aziende ormai hanno a loro disposizioni nuovi materiali altamente performanti (e in pieno rispetto dell’ambiente).”

Ma forse la domanda più difficile che ti poni: quale rubinetteria?

Eh già, perché la scelta di un rubinetto non è semplice; non si tratta di un accessorio bensì di una dotazione che deve essere adeguata e funzionale.

Una storia, quella del rubinetto, datata secoli. Come ci ricorda (o insegna) houzz.it

“Forse non tutti sanno che i primi rubinetti risalgono all’epoca dei romani. Chiamati valvulae, si trattava di rubinetti in cui la rotazione di un cilindro forato consentiva o impediva il passaggio dell’acqua. Grazie all’ampia rete di acquedotti che rifornivano le città e la numerosa popolazione, si poteva avere in casa acqua corrente, riscaldata da stufe tipo boiler, e si arrivava addirittura a scegliere la temperatura dell’acqua grazie a particolari miscelatori.”

Se il lavarsi con l’acqua fresca d’estate e calda d’inverno non cambia, a mutare è la tecnologia e i materiali.

Sicuramente per il lavabo e il bidet la questione è da sempre più semplice perché la scelta spesso cade su unico miscelatore monocomando; quando si tratta di docce e vasche oltre alla presenza di un miscelatore (in genere meglio se termostatico) si aggiungono altri elementi da valutare caso per caso a seconda delle preferenze e delle necessità dell’utenza, come un doccino collegato ad un flessibile, un’asta, un soffione, un deviatore e quant’altro si desideri.

Un momento però…si parla di rubinetti o miscelatori?

Immaginavamo la domanda. E la risposta è semplice: il miscelatore è l’evoluzione del vecchio rubinetto.

Il sito venditaelettrodomestici.com lo spiega in modo chiaro:

“Pensate ad un vecchio lavello della cucina o ad un lavandino del bagno. Avevano i rubinetti con le manopole, una per l’acqua fredda, una per l’acqua calda, ma ancora c’era e continua ad esserci anche un’altra possibilità, il rubinetto con due manopole. Se nel primo caso è possibile la sostituzione, i vecchi rubinetti con le due manopole insieme possono essere sostituiti dal miscelatore, hanno la stessa dimensione del foro, questo non è possibile se ci sono due manopole separate perché nel lavandino al miscelatore serve un solo foro.”

Poco sopra abbiamo accennato al miscelatore “termostatico”.

Non sai di cosa si tratta? Vediamo di vederci chiaro insieme.

Intanto la definizione: è una parola composta che vuol dire fissare qualcosa su una determinata temperatura prescelta. Si tratta di una manopola su cui è segnata una scala graduata a cui corrispondono i gradi di calore che possiamo scegliere per l’acqua.

E’ un sistema comodo e viene utilizzato soprattutto nelle docce e vasche da bagno. L’unico inconveniente è che rispetto ad un normale rubinetto, o ad un miscelatore monoblocco è più costoso; un normale miscelatore infatti offre già un buon servizio anche senza opzione termostatica.

E non dimenticare la praticità!!!

Per esempio: la tua compagna o le tue figlie di solito lavano i capelli nel lavabo?

Ecco: se il miscelatore è basso si farà fatica ad infilare in qualche modo la testa per il risciacquo e per chi è abituato a lavarsi così non poterlo fare diventa una grossa scomodità…

Per questo motivo fai attenzione all’estetica e il design, tutto è legato alle necessità e alle esigenze che hai ma ricorda che “più il design è studiato più il miscelatore, oltre ad avere funzionalità, ha valenza di arredamento, diviene cioè elemento d’arredo.”

E noi per l’estetica, il design e la comodità ci siamo affidati al meglio del mercato in Italia.

Leggi un po’ che nomi:

Newform

Dal 1981 “estetica e funzionalità, design e originalità.” orgogliosamente Made in Italy. Il design alla base del prodotto e in costante linea con l’evoluzione del mercato, l’estetica punto cardine per dare attrazione e opzioni di scelta in grado di soddisfare il personale concetto di bellezza. La soddisfazione del cliente dunque anche attraverso l’uso delle energie alternative sono alla base delle creazioni dell’azienda al fine di garantire un’elevata qualità dei prodotti. Hai mai sentito parlare di Tailor Made? Newform “dà la possibilità di personalizzare ciascun articolo con 31 combinazioni di finiture diverse. La luce scintillante dell’oro rievoca l’opulenza ma con una lucentezza moderna. Il nero elegante, classico, maschile, profondo aggiunge un tocco Urbano o Hi-tech ai progetti in stile industriale di fascia alta. Una molteplicità di colori per uno stile rigoroso, pulito e architettonico.” 

Paini

Quando l’artigiano arriva a fondare un impero. È sempre dal basso che si parte, è sempre il piccolo che può diventare grande se crede nei sogni: è quello che è accaduto all’azienda Paini dal 1954 ad oggi leader del settore rubinetteria. “L’esperienza insegna.” il loro motto; un’esperienza talmente grande da portare a una produzione di 4 milioni di pezzi! La qualità fa rima con priorità grazie al “Centro Ricerche è dotato di laboratori di prova ed analisi per studi ed acquisizione d’esperienze su problematiche meccaniche, chimiche e funzionali.” Certificazioni? norme UNI-CEE e l’omologazione Iapmo validi per gli Usa. Una vasta collezione che comprende: art collection, basic collection, thermostatic collection e shower collection.

Ideal Standard

Non solo estetica, ma anche tecnologia. Ideal Standard, che più di 40 anni fa ha inventato il miscelatore con cartuccia a dischi ceramici, propone oggi soluzioni per il risparmio idrico (cartuccia Eko), per il risparmio energetico (tecnologia Bluestart) e per la sicurezza della tua famiglia (limitatore di temperatura). Con Ideal Standard, inoltre, la tua scelta è garantita per 5 anni. Rinnovare il bagno è stimolante, ma a volte complesso: abbiamo l’esperienza necessaria per accompagnarti verso la soluzione giusta per te. La nostra sfida e maggior soddisfazione è aiutare a trasformare i tuoi desideri in qualcosa di concretamente bello e funzionale.

Bossini

Dall’idea alla creazione la mission di Bossini è quella di offrire ai suoi clienti soluzioni che rappresentino i più alti livelli qualitativi per design, innovazione e scelta dei materiali. Grazie alla sua esperienza ed alla sua flessibilità Bossini si impegna in una ricerca tecnologica costante per offrire prodotti sempre all’avanguardia e al passo coi tempi. I rubinetti per il bagno Bossini sono articoli di design unici e raffinati. Puoi scegliere tra diversi modelli e finiture l’articolo che meglio si accompagna con il resto dell’arredo. Naviga i prodotti e scopri tutte le nostre soluzioni rubinetti: miscelatori doccia monocomando o termostatici, da incasso o da esterno, gruppi lavabo, vasca e bidet.

Sei alla ricerca della rubinetteria perfetta per il tuo bagno?

E’ tempo di rinnovare i sanitari?

Il tuo bagno ha ancora i rubinetti di un tempo ma hai voglia di dare una svolta?

Vemit è dalla tua parte con qualità ed estetica quale binomio irrinunciabile per noi per dare a te cliente il top del settore.

Vieni a trovarci nei punti vendita in Abruzzo e non solo.

Preferisci un contatto mail o telefonico? No problem: 0873.367154; info@vemit.com,  PEC: vemit@pec.it

Un tocco di classe per il tuo bagno? Solo da noi trovi la soluzione!