Consiglio estivo: non uscite nelle ore più calde se non strettamente necessario. Frase con cui aprono tutti i telegiornali specie nei giorni in cui il meteo annuncia afa e caldo torrido.

Verissimo, meglio stare a casa con le finestre chiuse che in giro a boccheggiare per l’aria bollente che si respira.

Ma…se anche in casa, con le finestre chiuse e le serrande abbassate la temperatura è pressoché simile a quella esterna?

La soluzione si chiama: condizionatore o deumidificatore.

Premettendo che i condizionatori hanno la funzione deumidificante, la scelta è legata alle esigenze personali di ognuno, dall’ambiente in cui bisogna installarlo e dalla funzione che svolge: se per esempio nella dimora avete bisogno di aria fredda d’estate e aria calda d’inverno meglio il condizionatore; al contrario se si vive in un contesto solo nella bella stagione, il deumidificatore è la soluzione migliore.

Detto che da noi trovi un’ampia scelta di entrambi i prodotti perché siamo gli specialisti della climatizzazione

Lo sai che da noi puoi chiedere il Conto termico?

Passiamo ora ad alcuni approfondimenti con una serie di domande e risposte su alcune caratteristiche dell’elettrodomestico deumidificatore.

Il suo compito è quello di “assorbire l’umidità presente nell’abitazione nella quale è posto e trasformarla in acqua distillata.” (deumidificatoreok.com). A cosa serve l’acqua distillata? Per esempio, per il serbatoio del ferro da stiro oppure per le piante della nostra casa.

Un processo, quello della deumidificazione degli ambienti in cui si vive che può essere importante non solo per l’ambiente stesso (privato dell’umidità, non c’è rischio di muffa alle pareti o pezzi di intonaci dalle parti), ma anche per l’uomo stesso che potrà così respirare aria più fresca e più secca che da un senso di benessere nonché migliora la conservazione degli alimenti.

Perché acquistare un deumidificatore?

“Ci possono essere diverse ragioni tipo: sbalzi termici eccessivi tra interno ed esterno, materiali usati per costruire l’edificio di scarsa qualità oppure poca areazione degli ambienti in cui si vive”.

Perché preferirlo a un condizionatore?

“Per i consumi sicuramente ridotti, perché il condizionatore raffredda l’ambiente e va usato con attenzione, perché durante la stagione fredda il deumidificatore svolge regolarmente la sua funzione e aiuta a tener sano l’ambiente. Può infine restare acceso anche di notte proprio perché non raffredda la stanza ma crea quel senso di freschezza essenziale per riposare le notti d’estate”.

Il rumore?

È un elemento che va preso in considerazione in quanto è legato all’aspetto elettrico del deumidificatore non al processo stesso di eliminazione dell’umidità.  Questo implica che più l’ambiente è grande maggiore sarà il rumore che, a livello di decibel, si divide in 3 fasce:

  1. Oltre i 50 dB: alta rumorosità;
  2. Tra i 40-45 dB: rumorosità media;
  3. Tra i 35-40 dB: bassa rumorosità”.

A questo botta e risposta, aggiungiamo alcuni piccoli dettagli come per esempio che la scelta deve tener conto all’inizio di 3 fattori:

  1. Il volume dell’ambiente,
  2. il volume del serbatoio,
  3. la possibilità di regolare in automatico il grado di umidità.

Una volta fatta questa valutazione, si può procedere alla scelta del modello anzi, dei modelli:

  • Portatili: solitamente dotati di un recipiente dove confluisce l’acqua;
  • A incasso: i migliori per risultati e per ridotto consumo energetico;
  • Passivi: facili da gestire e di ridotte dimensioni.

Ti abbiamo dato buone dritte?

Erano tutte informazioni che avevi?

Hai bisogno di aria buona a casa? Scegli noi, scegli Vemit.

Il tuo ufficio è sempre esposto al sole e cerchi soluzioni? Scegli noi, scegli l’esperienza.

Vuoi il fresco in ogni stanza? Con noi dai forma alle idee.

Contattaci, vieni a trovarci nella nostra a Vasto oppure visita il nostro showroom siamo pronti a rispondere a ogni tua domanda!