Il sole è calore, tepore ed energia. Fonte inesauribile di energia attraverso la quale possiamo riscaldare le nostre case e rispettare l’ambiente.

Sì, perché l’energia solare è una delle tante potenzialità che viene dalla Madre Terra insieme a quella eolica, geotermica, idroelettrica e da biomasse.

L’utilizzo di tali energie, contribuisce a sviluppare l’importante processo dell’economia circolare: “Un’economia pensata per potersi rigenerare da sola. In un’economia circolare i flussi di materiali sono di due tipi: quelli biologici, in grado di essere reintegrati nella biosfera, e quelli tecnici, destinati ad essere rivalorizzati senza entrare nella biosfera.”

Rispettare l’ambiente e la natura che ci circonda per noi di Vemit è un imperativo:

“Siamo convinti, già da anni, della necessità di un cambiamento radicale nell’offerta nel campo dell’idrotermica. Una scelta necessaria per difendere il futuro dell’ambiente, ma che allo stesso tempo permette di ottenere un grande risparmio sui consumi. Sfruttare le risorse naturali del nostro pianeta, come il sole e l’aria, per ottenere riscaldamento e acqua calda vi permette di raggiungere un doppio vantaggio: le spese a livello energetico si ridurranno e contemporaneamente darete un personale ma importante contributo alla salvaguardia dell’ambiente, per voi e i vostri figli.”

Ecco perché vogliamo che anche tu caro cliente, abbia la possibilità di utilizzare l’energia della Terra per vivere il calore domestico nel modo più naturale possibile.

Come? Magari installando un impianto solare termico di cui ti parliamo oggi.

Partiamo col dire cos’è un impianto solare termico. Citando Wikipedia: “Gli impianti solari termici sono dispositivi che permettono di catturare l’energia solare, immagazzinarla e usarla nelle maniere più svariate, in particolare ai fini del riscaldamento dell’acqua corrente in sostituzione delle caldaie alimentate tramite gas naturale.”

Un impianto solare termico è utile perché soddisfa il 70% del fabbisogno di acqua calda di un nucleo famigliare e il 30% per il riscaldamento domestico da integrare con la caldaia, la stufa a pellet, le termostufe o impianti ibridi di vario genere.

Molto importante, prima dell’installazione è la scelta dell’impianto, ne esistono infatti due tipologie:

  • Circolazione naturale: è il più utilizzato sui tetti delle abitazioni per la sua facilità di installazione e manutenzione minima. Serve esclusivamente per produrre acqua calda sanitaria quando il fabbisogno di calore è minimo. “In questo sistema la circolazione del liquido termo-convettore avviene in modo naturale, sfruttando il principio fisico della ‘convezione’. Per il suo funzionamento, dunque, non è necessaria energia elettrica. Il liquido, una volta riscaldato, passa dai collettori solari al serbatoio senza passare per alcun circolatore ausiliare.”;
  • Circolazione forzata: oltre alla produzione di acqua calda sanitaria, l’energia prodotta può essere fonti di riscaldamento dell’abitazione; elemento che permette la coesistenza con altri sistemi di riscaldamento. Questa soluzione infatti prevede “un serbatoio di accumulo lontano dai pannelli. Per il funzionamento, impiega delle pompe elettriche che innescano la circolazione del fluido. La pompa elettrica è controllata da una centralina. Il collettore solare può essere sia piano, sia sottovuoto.”

Avere acqua calda a casa direttamente dal sole senza passaggi chimici, industriali o di modifiche a prodotti naturali… Wow!

Ovviamente la sua installazione necessita di alcuni passaggi importante come, per esempio, in buon equilibrio tra il giusto numero di pannelli rispetto al fabbisogno e alla tipologia di accumulo.

Da cosa dipende questo? Dalle tue esigenze e dalla tua abitazione, caro cliente!

Sicuramente l’installazione dei pannelli è consigliato su un tetto, piano o a falda, non ombreggiato e orientato a sud, anche se è accettabile uno scostamento fino a 45°. Possono essere anche installati in giardini dove non ci sono zone d’ombra.

Il fabbisogno di acqua calda sanitaria invece dipende essenzialmente dall’uso che ne fa una singola persona; questo oscilla tra da 40 a 60 litri al giorno.

Generalmente, per una famiglia di 4 persone due pannelli (circa 4-5 mq netti in tutto) sono sufficienti per rispondere molto bene alle esigenze di acqua calda sanitaria su base annuale.

Un altro componente importante di un sistema solare è il gruppo pompa solare o circolatore, in genere sistema preassemblato, che serve per muovere il liquido fra il pannello e l’accumulo termico, consentendo di trasferire il calore, il tutto con un consumo di elettricità molto basso.

Sul gruppo pompa ci deve essere il raccordo per il vaso di espansione solare che è un altro componente importante, perché espande il circuito glicole, cioè l’antigelo.

Altro componente da considerare è la centralina. Essa deve poter gestire tutto l’impianto solare termico, considerando che il sistema potrebbe avere un’integrazione di una caldaia/bruciatore (gas, pellet, ecc.), o una valvola a tre vie per deviare il flusso di una caldaia e/o gestire anche l’intero impianto di riscaldamento.

Insomma, un sistema complesso che però darà frutti importanti anche al portafoglio!!!

Perché? Leggi queste tre ragioni:

  • Risparmio sulla bolletta del riscaldamento di almeno il 50%,
  • Si può integrare al proprio impianto o ad uno nuovo, magari a energie rinnovabili,
  • Permette di detrarre una parte del costo di acquisto, grazie alla detrazione fiscale.

Che dici, puoi pensare a un impianto solare termico a casa?

Se vieni da noi trovi il meglio della produzione italiana; abbiamo quali fornitori le migliori aziende del settore come Cordivari e Ariston.

Due esempi per farti capire la qualità dei prodotti:

Sistema Stratos DR della Cordivari “Rispetto ai tradizionali sistemi a circolazione naturale che presentano il serbatoio di accumulo esterno separato dal collettore, il rivoluzionario Sistema STRATOS® DR produce acqua calda sanitaria attraverso riscaldamento diretto dell’accumulo sanitario integrato nel pannello. Grazie al suo elegante design e all’ingombro estremamente ridotto, il sistema Stratos® è la scelta ideale per coniugare qualità, estetica e risparmio energetico.”

Kairos Thermo HF dell’Ariston: “Kit solare termico a circolazione naturale in grado di garantire massima prontezza nel riscaldamento dell’acqua sanitaria anche in situazioni di ridotto irraggiamento solare. Grazie al vetro testato contro la grandine, alla protezione anodica del bollitore contro la corrosione e ai 5 anni di garanzia, il sistema KAIROS THERMO rappresenta un investimento sicuro e proficuo nel tempo. È disponibile nelle versioni per installazione a terra e tetto inclinato. È disponibile in tre capacità: 150, 200 litri (1 collettore) e 300 litri (2 collettori). Il vetro solare temperato da 4 mm ha superato i test di resistenza alla grandine ed è garantito contro gli agenti atmosferici.”

Come vedi affidabilità, qualità e anni di esperienza al tuo servizio nei nostri locali e showroom!

Dove ci trovi? A Vasto, Termoli, Atessa, Pescara e Lanciano; se preferisci puoi contattarci allo 0873.367154 oppure via mail  info@vemit.com.