Aspettando l’estate e il caldo con la speranza che il Coronavirus abbia lasciato il nostro paese sfiancato dalle alte temperature e dalla immensa bravura degli operatori sanitari italiani.

In attesa che tutto andrà bene, pensiamo positivo!

Magari puoi iniziare a informarti su come rendere la tua abitazione ancora più rispettosa dell’ambiente; come fare? Utilizzando l’energia alternativa: “fonti di energia alternative tutte quelle fonti di energia che utilizzano metodi di produzione diversi dai combustibili fossili.”

Tra esse, per esempio, c’è l’energia solare:

“L’energia solare è l’energia associata alla radiazione solare e rappresenta la fonte primaria di energia sulla Terra. È, infatti, la forma di energia normalmente utilizzata dagli organismi autotrofi, cioè quelli che eseguono la fotosintesi, comunemente indicati come “vegetali” (da cui si originano anche i combustibili fossili); gli altri organismi viventi sfruttano, invece, l’energia chimica ricavata dai vegetali o da altri organismi che a loro volta si nutrono di vegetali e quindi in ultima analisi sfruttano anch’essi l’energia solare, se pur indirettamente.”

Sfruttare questa energia, come ci dice Gianmarco Acquarola su Vasto Web:

“Contribuisce a sviluppare l’importante processo dell’economia circolare, un’economia pensata per potersi rigenerare da sola. In un’economia circolare i flussi di materiali sono di due tipi: quelli biologici, in grado di essere reintegrati nella biosfera, e quelli tecnici, destinati ad essere rivalorizzati senza entrare nella biosfera.”

E come puoi sfruttare l’energia del sole? Realizzando un impianto solare termico che ti consentirà in primis di risparmiare, in secondo luogo di poter creare una casa davvero eco-sostenibile:

“Utilizza di materiali a basso impatto ambientale tipo legno e sughero, usa le energie alternative tipo impianti fotovoltaici, caldaie a condensazione, impianti solari termici etc… rendi la tua casa “Smart”, attraverso la domotica “in grado di adattare il suo comportamento alle diverse condizioni ambientali, ma anche secondo gli usi e le preferenze dei diversi abitanti.”

Gianmarco Acquarola ci dice ancora:

“Un impianto solare termico  – è utile perché soddisfa il 70% del fabbisogno di acqua calda di un nucleo famigliare e il 30% per il riscaldamento domestico da integrare con la caldaia, la stufa a pellet, le termostufe o impianti ibridi di vario genere”.

Molto importante però, prima dell’installazione, è la scelta dell’impianto ne esistono infatti due tipologie:

  • Circolazione naturale: è il più utilizzato sui tetti delle abitazioni per la sua facilità di installazione e manutenzione minima. Serve esclusivamente per produrre acqua calda sanitaria quando il fabbisogno di calore è minimo. “In questo sistema la circolazione del liquido termo-convettore avviene in modo naturale, sfruttando il principio fisico della ‘convezione’. Per il suo funzionamento, dunque, non è necessaria energia elettrica. Il liquido, una volta riscaldato, passa dai collettori solari al serbatoio senza passare per alcun circolatore ausiliare.”;
  • Circolazione forzata: oltre alla produzione di acqua calda sanitaria, l’energia prodotta può essere fonti di riscaldamento dell’abitazione; elemento che permette la coesistenza con altri sistemi di riscaldamento. Questa soluzione infatti prevede “un serbatoio di accumulo lontano dai pannelli. Per il funzionamento, impiega delle pompe elettriche che innescano la circolazione del fluido. La pompa elettrica è controllata da una centralina. Il collettore solare può essere sia piano, sia sottovuoto.”

Un altro componente importante di un sistema solare è il gruppo pompa solare o circolatore, in genere sistema preassemblato, che serve per muovere il liquido fra il pannello e l’accumulo termico, consentendo di trasferire il calore, il tutto con un consumo di elettricità molto basso.

 

Sul gruppo pompa ci deve essere il raccordo per il vaso di espansione solare che è un altro componente importante, perché espande il circuito glicole, cioè l’antigelo.

Altro componente da considerare è la centralina. Essa deve poter gestire tutto l’impianto solare termico, considerando che il sistema potrebbe avere un’integrazione di una caldaia/bruciatore (gas, pellet, ecc.), o una valvola a tre vie per deviare il flusso di una caldaia e/o gestire anche l’intero impianto di riscaldamento.

Insomma, un sistema complesso che però darà frutti importanti anche al portafoglio!!!

Perché? Leggi queste tre ragioni:

  • Risparmio sulla bolletta del riscaldamento di almeno il 50%,
  • Si può integrare al proprio impianto o ad uno nuovo, magari a energie rinnovabili,
  • Permette di detrarre una parte del costo di acquisto, grazie alla detrazione fiscale.

Un cambiamento che merita la ricerca di produttori di qualità e da noi di Vemit trovi l’eccellenza come Cordivari e Ariston.

Sistema Stratos DR della Cordivari: “Rispetto ai tradizionali sistemi a circolazione naturale che presentano il serbatoio di accumulo esterno separato dal collettore, il rivoluzionario Sistema STRATOS® DR produce acqua calda sanitaria attraverso riscaldamento diretto dell’accumulo sanitario integrato nel pannello. Grazie al suo elegante design e all’ingombro estremamente ridotto, il sistema Stratos® è la scelta ideale per coniugare qualità, estetica e risparmio energetico.”

Kairos Thermo HF dell’Ariston: “Kit solare termico a circolazione naturale in grado di garantire massima prontezza nel riscaldamento dell’acqua sanitaria anche in situazioni di ridotto irraggiamento solare. Grazie al vetro testato contro la grandine, alla protezione anodica del bollitore contro la corrosione e ai 5 anni di garanzia, il sistema KAIROS THERMO rappresenta un investimento sicuro e proficuo nel tempo. È disponibile nelle versioni per installazione a terra e tetto inclinato. È disponibile in tre capacità: 150, 200 litri (1 collettore) e 300 litri (2 collettori). Il vetro solare temperato da 4 mm ha superato i test di resistenza alla grandine ed è garantito contro gli agenti atmosferici.”

Come vedi affidabilità, qualità e anni di esperienza al tuo servizio nei nostri locali e showroom!

“Ecco perché vogliamo che anche tu caro cliente, abbia la possibilità di utilizzare l’energia della Terra per vivere il calore domestico nel modo più naturale possibile”

conclude Gianmarco Acquarola.

Dove ci trovi? A Vasto, Termoli, Atessa, Pescara e Lanciano; se preferisci puoi contattarci allo 0873.367154 oppure via mail info@vemit.com.